Parkinson Italia
Forum Terzo Settore Cremona
Parkinson.It
Run for Parkinson's ITALIA
FESTA DELLA SOLIDARIETA' SABATO 21 MAGGIO 2016
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_1.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_10.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_11.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_13.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_15.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_19.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_2.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_20.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_22.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_23.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_24.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_25.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_26.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_28.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_3.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_4.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_5.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_6.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_7.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_9.JPG
TARTARUGA ONLUS ASSEMBLEA 2015
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/ASSEMBLEA 2015_2.jpg
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/ASSEMBLEA 2015_3.jpg
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/ASSEMBLEA 2015_4.jpg
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/ASSEMBLEA 2015_5.jpg
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/assemblea 2015_1.jpg
AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO
DOMENICA 04 OTTOBRE 2015 PARCO D'AUTORE
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/10_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/11_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/12_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/13_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/14_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/15_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/16_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/17_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/18_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/19_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/1_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/20_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/21_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/22_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/23_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/2_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/3_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/4_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/5_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/6_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/7_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/8_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/9_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/ALBERO MIO.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/Cancello_Max.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/GRUPPO TARTA.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/LUNA AL PARCO.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/QUADRO_1.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/QUADRO_2.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/VOLANTINO BACK.png
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/VOLANTINO FRONT.png
FORUM PARKINSON "CORRIERE DELLA SERA"
Il valore della sconfitta ...

Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Michael J. Fox Foundation
Welfare Cremona
Cremona Oggi

Cerca

Parole chiave di ricerca come Totale: 7 risultati trovati.

Cerca ancora



Risultati della ricerca


  1. La Terra della Tartaruga

    Categoria: Contenuto non categorizzato

    ... fra nubi", il RUN4PARKINSON a Cremona ha visto la partecipazione di un centinaio di persone. Le ringraziamo, così come ringraziamo tutti coloro che hanno rivolto un affettuoso pensiero alla Tartaruga. ... Domenica 25 Settembre 2011
  2. Parkinson Notizie

    Categoria: Contenuto non categorizzato

    ... 'exergame' come Wii-fit, che uniscono esercizio fisico e simulazioni al computer, e' un nuovo studio pubblicato nel numero di febbraio del Journal of Preventive Medicine. "Abbiamo scoperto che per ... Mercoledì 21 Settembre 2011
  3. Rassegna stampa

    Categoria: Contenuto non categorizzato

    ... e le Associazioni interessate, dove è stato possibile comprendere le rispettive posizioni e motivazioni  e dove le Associazioni hanno potuto esprimere le loro proposte su un tema come quello della sede ... Martedì 17 Maggio 2011
  4. Come sostenerci

    Categoria: Contenuto non categorizzato

    PER IL TUO SOSTEGNO ALL'ASSOCIAZIONE         Conto Corrente Cassa Padana B.C.C. IBAN:  IT43Y 08340 11400 000000754343 5 x 1000: CF 93048350198 Buona usanza: Codice 0000000502 Quota ... Martedì 10 Maggio 2011
  5. Come Trovarci

    Categoria: Contenuto non categorizzato

    Questo è l'ingresso della nostra sede Viale Trento e Trieste, 35b, Cremona, 26100, (CR) Siamo aperti Martedì e Venerdì dalle ore 16.00 alle ore 18.00     329.429 70 82  ... Martedì 10 Maggio 2011
  6. La Tartaruga OdV

    Categoria: Contenuto non categorizzato

    ... in un settore così importante e delicato come quello della malattia di Pakinson. Il dott. Censori ha assicurato l'impegno suo e dei suoi collaboratori dando la giusta l'attenzione che la malattia ... Martedì 10 Maggio 2011
  7. Chi siamo

    Categoria: Contenuto non categorizzato

    La tartaruga si propone come: Un’organizzazione di volontariato nata nel marzo 2008 per sostenere le persone affette da Parkinson e da disturbi del movimento e i loro familiari . Un centro di ... Martedì 10 Maggio 2011

Cerca ancora

Cerca Parametri

Cerca solo in: