FESTA DELLA SOLIDARIETA' SABATO 21 MAGGIO 2016
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_1.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_10.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_11.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_13.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_15.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_19.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_2.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_20.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_22.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_23.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_24.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_25.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_26.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_28.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_3.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_4.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_5.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_6.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_7.JPG
  • IMMAGINI/FESTA_SOLIDARIETA_2016/FOTO_9.JPG
TARTARUGA ONLUS ASSEMBLEA 2015
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/ASSEMBLEA 2015_2.jpg
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/ASSEMBLEA 2015_3.jpg
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/ASSEMBLEA 2015_4.jpg
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/ASSEMBLEA 2015_5.jpg
  • IMMAGINI/ASSEMBLEA TARTA 2015/assemblea 2015_1.jpg
AMMINISTRATORE DI SOSTEGNO
DOMENICA 04 OTTOBRE 2015 PARCO D'AUTORE
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/10_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/11_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/12_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/13_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/14_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/15_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/16_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/17_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/18_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/19_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/1_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/20_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/21_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/22_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/23_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/2_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/3_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/4_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/5_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/6_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/7_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/8_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/9_FOTO F_P_AUTUN_2015.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/ALBERO MIO.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/Cancello_Max.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/GRUPPO TARTA.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/LUNA AL PARCO.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/QUADRO_1.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/QUADRO_2.jpg
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/VOLANTINO BACK.png
  • IMMAGINI/FESTA D_AUTUNNO PARCO D_AUTORE_OTTOBRE_2015/VOLANTINO FRONT.png
FORUM PARKINSON "CORRIERE DELLA SERA"
Il valore della sconfitta ...

Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Penso che sia necessario educare le nuove generazioni
al valore della sconfitta. Alla sua gestione.
All’umanità che ne scaturisce. [...]
A non divenire uno sgomitatore sociale, a non passare
sul corpo degli altri per arrivare primo.
In questo mondo di vincitori volgari e disonesti,
di prevaricatori falsi e opportunisti, della gente che conta, che occupa il potere,
che scippa il presente, figuriamoci il futuro, a tutti i nevrotici del successo,
dell’apparire, del diventare…. A questa antropologia del vincente preferisco
di gran lunga chi perde. È un esercizio che mi riesce bene.
E mi riconcilia con il mio sacro poco.
(Pier Paolo Pasolini)


Michael J. Fox Foundation
IL Vascello
Welfare Cremona
Calendario
febbraio 2018
lunmarmergiovensabdom
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728 
Cremona Oggi

La Tartaruga onlus

Ultimo aggiornamento (15 Febbraio 2018)
PDFStampaE-mail

 

 


 

Associazione Cremonese Parkinson e Disturbi del Movimento
L'Associazione si propone di curare attività di sostegno e
supporto alle persone con Parkinson e

disturbi del movimento, di promuovere la ricerca sociale per migliorare la qualità dei servizi

rivolti alle persone "della Tartaruga".

 

 


 

 

Seguiteci anche su :

 


 

 

 

 


ECCO I NUOVI APPUNTAMENTI

referenti:

Luisella Dondè tel.: 0372 471316 - cell.: 334 375 03 57

Carla Grilli tel.: 0372 461247 - cell.: 349 666 60 51

Associazione cell.: 329 429 70 82

 

 

NORDIC WALKING

approssimativamente

(17 MARZO - 19 MAGGIO)


--------

 

ATTIVITA' RIABILITATIVA NEUROPSICOLOGICA

GENNAIO - GIUGNO

 

MEDICINA NARRATIVA

PARTE IL PROGETTO PER I 10 ANNI DELLA TARTARUGA

 

 

IN PRIMAVERA:

RUN 4 PARKINSON

15 APRILE SAREMMO PRESENTI CON IL BANCHETTO NELLA GALLERIA XXV APRILE


ed ora godetevi il nuovissimo numero della nostra rivista

 

 

Sabato 3 dicembre 2016, alle ore 16:30, La Tartaruga ha organizzato un incontro: "DALLA LINEA ALLA TRACCIA" del dott. Giovanni Rizzini,
medico psichiatra.
Nell'incontro il dott. Rizzini illustrerà, con video ed immagini delle proprie esperienze personali, la pratica dello sci-alpinistico
come occasione di maturazione della persona.
Al termine della presentazione verrà offerto un rinfresco. Cogliamo l'occasione anche per salutarci prima della pausa natalizia.
Vi aspettiamo numerosi!
Parkinson Italia
Parkinson.It
Google News
Il coraggio e l'Amore

Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Il coraggio e l'amore sono
le uniche virtù indispensabili;
esse manterranno vive l'anima
anche se tutte le altre dovessero
addormentarsi o venire eclissate
(Aurobindo)

###
###
###
###
###
###
###
###
###
###


Run for Parkinson's ITALIA
Vivere Cremona
Forum Terzo Settore Cremona